Segnala la tua appChi siamoContatti

Il latte di mandorla: preparazione e benefici

Dal momento che ho una nuova macchina per fare il latte vegetale, in questi giorni mi diverto a provare diverse combinazioni. Oggi voglio parlarvi del latte di mandorla.
 
 
Questo latte è uno dei miei preferiti ma dal momento che comprarlo costa davvero una follia ne ho sempre bevuto pochissimo, ora invece che posso autoprodurmelo ho risolto il mio problema.
 
Procedimento:
ho preso 140 grammi di mandorle  con la buccia, alcuni consigliano di usare le mandorle spellate soprattutto per evitare che il latte assuma una colorazione brunastra, io invece preferisco usare le mandorle intere, ma è questione di gusti. Le ho messe a bagno una notte e infine le ho risciacquate in modo da liberarmi degli enzimi inibitori che ostacolerebbero la corretta digestione. Nella macchina per il latte ho versato quindi 1,2 litri di acqua e le mandorle impostando il programma che si limita a frullare gli ingredienti, senza scaldarli, per preservare tutti i nutrienti e l'aroma della mandorla. Per ottenere un latte più ricco ho avviato il programma due volte, alla fine ho filtrato il latte e il risultato era davvero eccezionale: un profumo di mandorla intenso, latte denso e sapore pieno. Inutile dire che nel giro di un'ora il latte era già finito...
 
Il latte di mandorla, oltre all'incredibile sapore che lo rende una bevanda da bersi anche fredda senza l'aggiunta di dolcificanti, apporta anche al nostro organismo diversi benefici. Infatti questo latte è ricco di vitamine, soprattutto le vitamine B6 ed E, e sali minerali come calcio, potassio e fosforo. Oltre all'elevato potere antiossidante, il latte di mandorla è poi anche un valido alleato contro il colesterolo cattivo. Poco da dire, un latte insuperabile che fa venire voglia di berlo tutti i giorni.  

Lascia un commento












Segnala la tua appChi siamoContattiPrivacy